inserimento: 29 marzo 2006
ultimo aggiornamento: 31 marzo 2006

B L A N C O

Questo appello è un eccezione in quanto Blanco non è un cane catturato, ma una tenera creatura, che sta vivendo la seconda parte della sua vita ed alla quale stiamo cercando di evitare il trauma del canile


 

Per quanto sono venuto a sapere Blanco è apparso nella zona di Pomezia nel mese di febbraio 2006.

Come sempre accade in questi casi, la storia di Blanco è infarcita di leggenda: c'è sempre qualcuno che riferisce che qualcun altro ha sentito un'altra persona dire di aver sentito qualcuno che avrebbe visto "scaricare" un cagnolone bianco da un camion... ovviamente il testimone non si trova mai...

Comunque, è un dato di fatto che questo simpatico cagnolone ha vissuto questi ultimi mesi randagio a Pomezia.

 

Scarica e visiona un breve filmato (serale) durante una passeggiata qualità media, formato WMV (Windows Media Player) - 30" 3,5MB

qualità bassa, formato WMV (Windows Media Player) - 30" - 1,8MB

Scarica la locandina ed affiggila dove pensi che possa essere utile per trovare un affetto per il nostro cagnone
Se vuoi aiutare Blanco o, semplicemente vuoi altre informazioni su di lui, scrivimi
Si tratta di un cane maschio, di taglia media, nei cui tratti si riconosce il maremmano ed anche lo spinone.

Ognuno di noi che l'ha seguito gli ha dato un nome diverso ma che sempre ricorda il suo colore: Bianco, Biancone, Blanco e lui è sempre pronto a rispondere con il suo scondinzolio...

 

Il musetto di Blanco...
... è molto espressivo...

e la sua indole è veramente pacifica.
In un primo momento avevamo trovato per il nostro amico una sistemazione che speravamo fosse definitiva.

Sarebbe stato in un grosso recinto in compagnia di Enea, un altro cane maschio molto più giovane di lui.

Subito dopo il trasferimento nel nuovo luogo di "abitazione" Blanco ha dato più d'una volta delle commoventi dimostrazioni di affezionarsi alle persone in un modo repentino e dolcissimo.
Pensate solo che sabato 18 marzo è stato portato nella nuova casa ed ha conosciuto Carla ed il suo cane Enea.

Il giorno dopo, domenica, sono andato a trovarlo e l'ho tenuto vicino a me con un collare.

Ad un certo punto Carla si è allontanata insieme ad Enea per una passeggiata e subito Blanco ha cercato di andarle dietro ma siccome io l'ho tenuto fermo con me lui ha cominciato a piangere come un bambino... e l'aveva conosciuta meno di 24 ore prima...

Purtroppo la convivenza tra Blanco ed Enea, per motivi principalmente dovuti a quest'ultimo, non ha però avuto un inizio sereno e quindi, per evitare il crearsi di situazioni critiche, abbiamo deciso di trovare per Blanco una nuova sistemazione.
Attualmente è ospitato in un grandissimo appezzamento di terreno, con tanto di casetta e di cuccia in cemento... però per Blanco questa non è una situazione ideale perché lui ha molto forte il desiderio di avere sempre vicino qualcuno....

... e quindi quello che cerchiamo per lui sarebbe una famiglia che avesse un giardino e che possa donare a Blanco la sua presenza, più o meno costante.
Sarebbe forse preferibile che, chi volesse offrirgli una speranza di vita serena, non abbia altri cani o, perlomeno, che questi siano veramente molto tranquilli.

Il nostro povero Blanco ha dovuto subire più di una volta l'aggressione di altri cani molto più giovani di lui che, stranamente, non ne hanno rispettato neanche l'età. Possiamo confermare che, tutte le volte, le aggresioni sono sempre partite dagli altri e lui ha solo cercato di difendersi...
 

Blanco ed Enea, quest'ultimo,pur essendo molto buono con le persone, non ha accettato di buon grado il povero Blanco...

... altri momenti di una passeggiata fatta domenica 19 marzo 2006, quando ancora si sperava che tra i due potesse nascere una pacifica coesistenza...

... purtroppo, cause contingenti non hanno permesso di prolungare nel tempo questo tentativo...

 

 
Guardate lo sguardo di questa creatura!

Quella che vedete nella foto è la rete che Blanco ha divelto per poter stare vicino a Carla...
Una buffa espressione di Enea...

Raffaella, un'altra volontaria, si è prodigata per ripulire Blanco dallo spesso strato di sporco e grumi di pelo dovuti al suo girovagare da randagio...

... e lui ha accettato di buon grado questa tenera "tortura"

Lo abbiamo anche fatto visitare più volte da un veterinario il quale ha semplicemente valutato che Blanco ha circa 9 anni, un cuore abbastanza forte, ed una dermatite con dolori reumatici che stiamo curando...

Il signorino è anche un po' in sovrappeso, probabilmente a causa della scarsa attività fisica dovuta ai dolori reumatici, per cui speriamo che, una volta entrata a regime la terapia con antinfiammatori, possa recuperare la sua linea!

Blanco il 24 marzo 2006, giorno in cui lo abbiamo trasferito per la seconda volta in un terreno nei pressi di Pomezia

Come vede si tratta di un posto molto ampio, con cuccia in muratura ed anche una casetta per ripararsi.

Qui è seguito da persone che hanno cura di lui, ma Blanco desidera ardentemente l'affetto esclusivo di qualcuno, magari anche una persona non più giovanissima, che possa seguirlo in maniera più costante, come piace a lui

Una cosa che Blanco non riesce ad accettare sono le recinzioni molto piccole, infatti, quando abbiamo visto che la convivenza con Enea era critica, abbiamo anche tentato di alternarli nell'essere lasciati liberi.

Però, Blanco nel vedersi costretto in un recinto alquanto limitato (orientativamente 5 m x 3 m) e, soprattutto, vedendosi da solo, si è dato fortemente da fare fino a rompere la rete con il muso, procurandosi anche qualche abrasione, fortunatamente non seria...

Chissà, se potesse parlare, ci potrebbe raccontare com'è stata la sua vita in tutti questi anni...

Questa è un'abrasione che il nostro amico si è procurato mentre cercava di rompere la rete (non è ovviamente quella elettrosaldata che si vede nella foto)

In conclusione, Blanco è un dolcissimo e tranquillo cagnolone, perfettamente adatto a convivere con una persona che desidera la compagnia di un amico quattrozampe ma che non può subire l'irruenza e la vitalità di un cucciolo.

Ha veramente solo bisogno di compagnia, di una carezza e di una parola di considerazione e vedrete che, anche se non potrà ringraziarvi con la parola, lo farà in un modo molto più concreto!!!

 

 
<< Indietro