inserimento: 23 luglio 2006
ultimo aggiornamento: 23 luglio 2006
 

S a r i n a, "l'occhio di Spillo"
(in completamento)

Sarina è una dolcissima cagnolina di taglia media, raccolta a Nettuno ed entrata cucciola in canile il 12 giugno 1998.

 

Fino allo scorso anno Sarina è stata uno dei tantissimi musetti dolci che mi venivano incontro durante i giri nel canile ma che dovevo ignorare perché preso da altre urgenze... fino a quando il destino ha fatto incrociare la sua vita con quella di Spillo, il nostro dolcissimo lupone cieco che ora vive tranquillo a Milano.

Quando Spillo, nel giugno 2005, divenne completamente cieco venne trasferito dal suo box054 in un box del sanitario, per potergli più facilmente somministrare il collirio necessario a fargli meglio sopportare il dolore agli occhi dovuto al glaucoma.

 

In quello stesso periodo Sarina, che viveva ormai da anni nel recinto chiamato CE4A, subì una aggressione da parte di qualche suo disperato compagno di reclusione ed anche lei venne trasferita nella stessa cella del sanitario insieme a Spillo.

 

Questa è la prima foto, scattata il 5 marzo 2005, che ho trovato di Sarina

Di conseguenza Sarina cominciò anche lei ad uscire insieme a Spillo durante le brevi passeggiate che gli facevamo fare ed ebbe anche un nome... cosa rara per un canile con centinaia di anime disperate che vengono identificate solo per il numero di cella

Qui puoi scaricare alcuni filmati di Sarina sia in formato AVI (leggermente migliore) che in formato WMV (Windows Media Player):
     
  1. Sarina e Spillo
  2. Sarina e Spillo
  3. Sarina e Spillo
  4. Sarina in BP10
  5. Sarina ferita
30"
30"
30"
30"
30"
AVI 4,6 MB
AVI 4,3 MB
AVI 3,1 MB
AVI 4,8 MB
AVI 4,7 MB
WMV 531 KB
WMV 368 KB
WMV 376 KB
WMV 455 KB
WMV 364 KB

 

 

 

 Il carattere della nostra amica è fantasticamente dolce ed affettuoso e, per tutto il tempo della convivenza con Spillo, dal luglio 2005 al 14 gennaio 2006 (quando portai Spillo a Firenze, per l'inizio della sua nuova vita) lei si assunse l'onere di vedere per tutti e due... con un occhio solo!!!

Sì, perché Sarina ha un solo occhio sano!!!

 

Il suo occhietto sinistro è andato irrimediabilmente perduto in seguito ad un trauma fisico non definito.

E con quel suo unico occhietto, la nostra Sarina divenne la guida anche per Spillo!

Dopo la triste esperienza vissuta da Spillo, che ho visto diventare cieco per una malattia che poteva essere curabile, mi sono subito preoccupato che il problema di Sarina non preludesse alla stessa infausta conclusione.

 

Così, il 21 settembre 2005 ho richiesto una visita privata da parte di un vet oculista, per lei ed altri cani che mostravano problemi alla vista (abbiamo 4 o 5 cani con probabile cecità ad un solo occhio).

Fortunatamente, per tutti, il vet ha escluso il rischio di interessamento dell'occhio sano.

 

La convivenza tra Sarina e Spillo proseguì tranquilla per alcuni mesi durante i quali hanno "abitato" nel box CV13 del sanitario fino a quando, per far posto ad altri cani in terapia, vennero spostati entrambi nel recinto CE4A, dal quale proveniva Sarina,.

Ma il CE4A era abitato già da altri quattro o cinque cani di taglia media. (tra i quali c'era sicuramente anche quello che aveva ferito Sarina) e quindi, a questo punto, cominciarono i problemi per entrambi.

E' stato un periodo pieno di tensione: Sarina era evidentemente intimorita, e stava sempre vicino a Spillo, quasi a cercare conforto dalla sua stazza per evitare di essere aggredita da qualche suo compagno violento.

Sarina stava sempre vicino a Spillo ...

Mi piace pensare che Spillo, pur essendo cieco, con la sua mole, abbia fato da deterrente per difendere la dolce Sarina da più di qualche aggressione. Addirittura una volta trovai anche lui con una ferita alla zampa che si è rimarginata solo pochi mesi fa (l’ho saputo dall’attuale compagna di Spillo).

Spillo ebbe comunque anche lui un cambiamento di umore: se ne stava sempre accoccolato sulla base di cemento e era indifferente ad ogni segnale esterno.

... oppure nascosta in un angolo

 

Le uniche volte che si ravvivava erano quando passavo davanti al loro recinto e li chiamavo a voce alta.

Allora sia Spillo che Sarina, si precipitavano verso la parte di recinto più vicina a me, sventolando le code a più non posso, con la speranza che quel richiamo significasse un'uscita... ma non sempre poteva essere così ed io dovevo passare oltre, lasciandoli con i loro sguardi delusi...

Un episodio che ha rappresentato l'inizio della rinascita per Spillo e lo sprofondare sempre più in un incubo per Sarina, si è verificato sabato 14 gennaio 2006.

Quel giorno Spillo uscì definitivamente dal canile di Pomezia per arrivare fino a Milano, grazie alla prima di una lunga serie di azioni intraprese dal "Gruppo Spillo". (appena possibile pubblicherò le informazioni su questo fantastico gruppo formatosi spontaneamente in Internet proprio grazie al nostro Spillone).

In questa foto e la successiva, scattate il 14 gennaio 2006, l'ultima passeggiata di Sarina insieme al suo grande amico Spillo

Immaginando cosa avrebbe comportato per la piccola Sarina, con il suo carattere così mansueto, il trovarsi a fronteggiare da sola  i compagni "difficili" del recinto CE4A chiesi subito di trasferirla in un recinto, anche più piccolo, ma abitato da canetti docili come lei.

Infatti la piccola venne trasferita nel recinto denominato BP10, insieme a canetti convalescenti e tranquilli

In questo periodo, relativamente sereno, siamo andati per tre volte vicinissimi all'adozione per la piccola:

La prima fu sabato 18 marzo 2006, quando venne una famiglia composta da babbo, mamma e bimba di 18 mesi.

Sicuro dell'indole speciale di Sarina la lasciai subito libera per dimostrar loro il carattere speciale della piccola.

Lei diede il meglio di sè,  dolcemente leccò le dita della bimba  e poi si lasciò tranquillamente toccare.

Addirittura, dopo neanche cinque minuti già li seguiva passo passo, con molta compostezza.

Il marito era molto propenso a prenderla ma la moglie, dicendo che era troppo grande, optò per una cucciola che presero pochi giorni dopo.

Alla mia domanda: "E se la cucciola diventasse più grande di Sarina?"

Risposta: "Ce la teniamo!"

Mio pensiero: "E allora perché non vi prendete Sarina?..che oltretutto ha una taglia medio piccola ed un carattere splendido."

 

La seconda occasione si verificò dopo poche settimane.

Un collega di mio fratello, anche lui con un bimbo di due anni venuto apposta per conoscere Sarina.

Ma, mentre li accompagnavo da Sarina siamo passati davanti al nostro casotto. Quì c'era un'altra cagnolina che è stata raccolta pochi giorni prima per strada a Pomezia. Non appena lei li ha visti è andata subito loro incontro... ed è saltata in braccio alla moglie... Inutile dirvi che (comprensibilmente) hanno scelto lei, anche se hanno giudicato Sarina molto dolce.

 

La terza occasione mancata si verifico dopo neanche un mese. Anche in questo caso una famiglia con bimbo di pochi anni.

Li incontrai lungo la strada, quando il canile era già chiuso. Mi chiesero consiglio per un cagnolino di taglia medio piccola che potesse convivere serenamente con il loro bimbo.

Ovviamente proposi loro subito Sarina e, non appena arrivato a casa, inviai loro una email con foto e descrizione della nostra dolce amica...

La loro risposta fu incoraggiante: "Ti ringraziamo tanto per le foto ci piace ci pensiamo e sabato mattina siamo là".

Dopo due settimane di silenzio li ho ricontattati e la loro risposta fu: "Ciao scusa se non ci siamo fatti sentire ma abbiamo preso una trovatella di tre mesi grazie lo stesso"

Permettetemi una riflessione: ma perché la gente non ha il minimo rispetto di chi si danna l'anima per cercare una casa a questi trovatelli? Perché quando risolvono il loro problema, sia che adottano un cane, oppure ritrovano il loro, molti non ti fanno neanche una telefonata per dirti "Crepa!" (come si dice a Roma)

 

 

Per completare la beffa per la povera Sarina che ha perso, non per colpa sua, tre occasioni di trovare il calore di una famiglia, si è aggiunta una nuova disgrazia: venne spostata di nuovo (non chiedetemi il perché) nel recinto CE4A dove ritrovò la stessa situazione drammatica di quando l'avevo fatta spostare subito dopo l'adozione di Spillo...

Tempo pochi giorni e subì l'ennesima aggressione, stavolta un po' più grave del solito...

La nostra piccola amica ricevette svariati morsi sulle cosce e sulla pancia.

Quando mi recai a trovarla incontrai un esserino spaventato ma sempre molto affettuoso e, soprattutto ancora fiducioso nell'uomo!

Questa ennesima aggressione, fortunatamente risolta senza gravi conseguenze, è almeno stato il motivo per il quale la piccola Sarina è stata (spero definitivamente) spostata nel recinto BP14, decisamente più tranquillo ed abitato da cuccioloni, nel senso di età, ma di taglia piccola.
Ho anche alcuni filmati di Sarina che pubblicherò al più presto, non appena li riuscirò a ridurre di dimensione.
   
 
 
Ora Sarina passa le sue giornate all'interno del recinto BP14 e questi nelle foto sono alcuni suoi compagni.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
6 maggio 2006

Si vede anche Bamby sullo sfondo

   
Se vuoi altre informazioni sulla nostra dolcissima Sarina, scrivimi << Indietro